TC Helicon Voicetone T1, compressore per voce

TC Helicon Voicetone T1
Il pedale compressore e De-Esser per voce TC Helicon Voicetone T1 fa parte dell’innovativa serie di pedalini Voicetone, una vera e propria rivoluzione per tutti i cantanti.

Chi l’ha detto che solo chitarristi e bassisti possono permettersi il capriccio di una nutrita pedaliera di effetti?

TC Helicon, che ha a cuore invece soprattutto i cantanti e la voce, ha creato la famiglia di pedali Voicetone proprio per offrire anche a chi utilizza la propria voce, invece di uno strumento, la possibilità di utilizzare dei controlli semplici ed immediati per controllare il proprio suono.

In questa recensione mi soffermerò su uno di questi pedali, un vero e proprio must per ogni vocalist, e che a mio giudizio dovrebbe essere il primo effetto in assoluto ad essere considerato: il Voicetone T1.

Ma cos’è un compressore audio? Che vuol dire “De-esser”? Insomma, a cosa serve il Voicetone T1?

Partiamo dall’inizio. Un compressore audio è, con le dovute semplificazioni, uno “strumento in grado di intervenire sulla dinamica di una traccia”.
Con dinamica si intende l’ampiezza della variazione di volume della traccia, ovvero la differenza fra il volume massimo e quello minimo. Il compressore quindi viene generalmente utilizzato per uniformare i volumi di una traccia.

TC Helicon Voicetone T1Quando si canta non è ovviamente possibile “regolare costantemente il volume”, in quanto in termini di emissione, attacco e presenza, ogni interpretazione prevede un’ampia variabilità espressiva. Per capirci meglio: un sussurro generalmente sarà sempre meno “udibile” di un acuto; è proprio qui che il compressore interviene sulla differenza di volume dei due suoni.

Avremo di conseguenza un volume più gestibile sia in fase di mixaggio in studio che in concerto, dove la differenza di suoni può essere acuita da variabili ambientali e da molti altri parametri “caotici”.

Parliamo ora di De-esser: sempre semplificando molto, è uno strumento in grado di ridurre notevolmente il sibilo di quei suoni come “s”, “z”, “x”, “f”, ecc. che possono “sporcare” il suono catturato dal microfono.

In pratica è una sorta di compressore che lavora esclusivamente sulla soglia delle frequenze generate da questi suoni sibilanti e le attenua, uniformando il segnale e mantenendo la traccia più pulita possibile.

Come si utilizza TC Helicon Voicetone T1?

Il Voicetone T1 dispone dei controlli Shape, Comp/De-esser e Warmth. Vediamo a cosa servono:

  • Shape: permette una sorta di pre-equalizzazione per “aprire” il suono aggiungendo brillantezza e per eliminare l’effetto “inscatolato”.
  • Comp/De-Esser: serve per regolare la compressione della traccia, chiaramente in base alle esigenze. Troppa compressione causa infatti un appiattimento indiscriminato dei volumi della traccia.
  • Warmth: è una funzione che serve a “scaldare” nuovamente il suono della voce dopo la compressione.

Perchè è così importante?

Quante volte vi è capitato di assistere ad un live di vocalist non professionisti e di percepire a tratti che il segnale della voce non era chiaro, limpido e accusava continui cambi di volume, a volte impercettibili ed altre fastidiosamente evidenti?

TC Helicon Voicetone T1 è in grado di generare una segnale chiaro, uniforme ed estremamente preciso, senza picchi di volume o brusii.
La traccia audio diventa così molto più facilmente gestibile tramite mixer, anche ad alti volumi, e costituirà un ottimo segnale di ingresso per i successivi effetti, che produrranno un suono complessivo più pulito e definito.

Conclusioni

Pro: TC Helicon Voicetone T1 eroga due funzioni assolutamente essenziali che spesso vengono trascurate dai cantanti meno esperti. Permette di avere una traccia vocale pulita, precisa e facile da gestire.
E se consideriamo che i cantanti sono i front man di ogni gruppo musicale, valorizzarne al meglio il segnale audio può fare un’estrema differenza sul risultato complessivo di una performance.

Inoltre, se inserito all’inizio di una catena effetti o utilizzato per portare il segnale verso un multieffetto consente di esprimere una qualità audio assolutamente professionale.

Contro: costa poco più di 100 euro, quindi si discosta da quella che è considerata la fascia di prezzo economica per i pedali effetto. E questo può far desistere dall’acquisto chi non abbia ancora verificato in prima persona “la differenza”: il consiglio è naturalmente quello di provvedere alla prima occasione, per valutare il risultato sulla propria voce!

Vi lascio quindi al video dimostrativo, prima del nostro giudizio sintetico, e vi invito a visitare la scheda dettagliata del prodotto per qualsiasi informazione aggiuntiva.