“Bonus Stradivari”: aggiornamento!

Bonus Stradivari aggiornamento
Oggi vogliamo fornirvi qualche indicazione in più sul contributo per acquistare un nuovo strumento destinato agli studenti dei Conservatori di Musica o istituti pareggiati, rispetto a quanto anticipato nel precedente articolo su questo tema.

Come si diceva, si potrà usufruire del contributo – fino a € 1.000, da utilizzare in un unico acquisto – a partire dal 28 aprile 2016. Il contributo è valido soltanto per l’acquisto di strumenti nuovi, o per singoli componenti (ad esempio gli archi o le singole percussioni) di uno strumento “composito”. Il bonus non può essere utilizzato per acquistare accessori, nè strumenti che non siano coerenti col proprio percorso di studi.

Chi può chiedere il contributo del “Bonus Stradivari”?

Per quanto riguarda le modalità di emissione di un certificato – in unica copia non ripetibile – con le indicazioni dell’istituto sullo strumento da acquistare, la lista dei Conservatori e degli istituti pareggiati che aderiscono all’iniziativa e degli strumenti che possono essere acquistati usufruendo del bonus, vi rimandiamo alla guida realizzata da Eko, su cui trovate informazioni dettagliate.

Riportiamo invece per completezza le indicazioni su chi – purtroppo – non ha diritto al “Bonus Stradivari”. Si tratta degli studenti iscritti a:

  • Corsi non di strumento dei conservatori e dei pareggiati (ISSM);
  • Bienni dei conservatori e dei pareggiati (ISSM);
  • Corsi preaccademici dei conservatori e dei pareggiati (ISSM);
  • Licei musicali;
  • Corsi delle Istituzioni abilitate a rilasciare titoli riconosciuti AFAM (Fondazione Siena Jazz, Saint Louis Music Center di Roma, Milano Civica Scuola di Musica, Scuola musicale di Fiesole)

Non mancheremo di aggiornarvi nel caso di nuovi sviluppi. Nel frattempo il nostro staff rimane a disposizione per qualsiasi informazione e chiarimento!