Bonus “Stradivari” per l’acquisto di strumenti musicali – 2017

Bonus Stradivari 2017
Un succoso aggiornamento per quanto riguarda l’iniziativa varata l’anno scorso, col nome di “Bonus Stradivari”, consistente in un beneficio fiscale rivolto a chi acquistasse – per motivi di studio – uno strumento musicale. In sintesi, il bonus del 2016 prevedeva che, presentando al rivenditore (o al liutaio) adeguata documentazione che attestasse l’iscrizione ad un Conservatorio o altro istituto pareggiato, si poteva usufruire uno sconto – fino alla cifra di € 1.000 – sull’acquisto di uno strumento musicale per motivi didattici.

Bonus “Stradivari”: cos’è cambiato nel 2017?

Visto l’enorme successo registrato dall’iniziativa durante lo scorso anno, la buona notizia è che per il 2017 il bonus è non soltanto rinnovato, ma notevolmente incrementato! Le principali novità possono essere così riassunte:

  • Il bonus 2017 consisterà in uno sconto all’acquisto pari al 65% del valore dello strumento musicale, fino ad uno tetto di sconto massimo di € 2.500!
  • Chi ha già usufruito del Bonus “Stradivari” durante lo scorso anno, potrà attingere nuovamente al fondo con un nuovo acquisto, fino ad esaurimento del credito residuo!

Per il resto rimangono valide le medesime indicazioni dello scorso anno:

  1. Il bonus può essere utilizzato una solta volta, quindi presuppone l’acquisto di un solo strumento musicale o di un singolo componente. Questo vuol dire che un violinista potrà usufruire del bonus anche per l’acquisto di un archetto, un batterista per quello di un piatto, e così via.
  2. L’articolo acquistato dovrà essere coerente con il percorso di studi documentato. L’iniziativa non sancisce però alcuna restrizione ai soli strumenti legati alla musica classica: anche gli studenti di qualsiasi corso di musica moderna iscritti ad uno degli istituti ammessi ad usufruire dell’iniziativa hanno pieno titolo di approfittare del consistente sconto.
  3. Sono esclusi dal bonus i beni consumabili legati all’utilizzo dello strumento, come corde, pece, ance, bacchette e articoli per la manutenzione.

Per maggiori dettagli sulla prima versione del Bonus “Stradivari” e soprattutto per la lista degli istituti abilitati a presentare la documentazione necessaria per richiedere lo sconto sull’acquisto di strumenti musicali, si rimanda al precedente aggiornamento sull’iniziativa.

Il nostro staff rimane comunque a disposizione per qualsiasi informazione: non esitate a contattarci!